LABORATORIO CONCORDIA

Scuola Primaria Statale “Rino Gasparini
18-22 Novembre 2019
Classi coinvolte: 3A – 3B – 3C

Insegnanti:
3A – Federica Secchi, Luisa Quaglia
3B – Claudia Soresina, Caterina Abossida
3C – Leila Calciolari, Claudia Bove

Il laboratorio scolastico nelle classi terze della scuola primaria di Concordia sulla Secchia è stato pensato per promuovere una modalità attiva e partecipata di incontro tra la città e i cittadini più giovani, stimolando le loro analisi, visioni e interpretazioni dell’ambiente urbano e introducendo i concetti di “spazio pubblico” e “bene comune”. Le attività proposte hanno corrisposto ai seguenti obiettivi pedagogici.

Stimolare l’immaginazione e la riflessione a partire dalla lettura di una storia. Il testo scelto, Lo stralisco di Roberto Piumini, ha permesso di sollecitare i ragazzi su alcune importanti tematiche, quali: riconoscere i caratteri e gli elementi del paesaggio, il ruolo della componente emotiva nella percezione del paesaggio, il sistema di valori che attribuiamo ai luoghi. Attraverso una discussione collettiva, sono emersi i valori paesaggistici e di comunità di Concordia: un territorio in cui ci sono più sistemi aggreganti, con due polarità ben specifiche, una prima del terremoto – il centro storico – e una successiva al momento del terremoto – dove sono state spostate le funzioni primarie, ma in cui è riconoscibile la volontà di unione e di superamento di questa polarità e la volontà di un riconoscimento più forte della comunità con il cambiamento che la trasformazione della città diventa motivo di riscatto rispetto a quanto accaduto. 

Riflettere insieme sul nostro modo di vivere la città. Terminata la lettura, i ragazzi sono stati invitati a rispondere ad alcune di queste domande: Cosa ti piace fare quando ti rechi fuori casa? Cosa ti piace fare? Qual è il posto che preferisci della tua città? Quali luoghi frequenti con i tuoi genitori? Cosa fai dopo la scuola? I ragazzi hanno risposto ai quesiti condividendo con la classe i loro luoghi preferiti e le attività che più amano fare. Il teatro del Popolo, il Municipio e la piazza antistante, il nuovo polo commerciale e il parco sono emersi come luoghi “del cuore”. È apparsa tuttavia la necessità di avere più luoghi aggregativi, nuove attività ricettive e di ristorazione.

Riconoscimento collettivo di alcuni luoghi pubblici della propria città. Successivamente sono state mostrate ai ragazzi le fotografie di alcuni luoghi pubblici significativi della propria città in quanto impattati dal sisma del 2012. In particolare, sono stati mostrati alcuni luoghi emersi come centrali per il processo di rigenerazione urbana promosso dall’amministrazione Comunale attraverso il progetto CRATERI, quali: il nuovo e il vecchio Municipio, il nuovo largo giardino Tanferri, la nuova zona commerciale vicino alla scuola, la scuola primaria e la chiesa. I ragazzi, in gruppo, hanno commentato le fotografie, associando a ciascun luogo il nome e un ricordo o commento relativo alla loro esperienza quotidiana.

Confrontare la “città reale” con la “città ideale”. In questa fase ciascun alunno, autonomamente, ha scelto un luogo fra quelli mostrati per apportare le proprie proposte di trasformazione. In particolare, è stato richiesto ai ragazzi di provare a rispondere, traducendo la risposta con un disegno, come migliorare il luogo scelto, che cosa aggiungere, in che modo trasformarlo, quali attività inserire. La volontà di migliorare esteticamente la scuola e la possibilità di avere anche attività all’aperto sono emersi con forza fra le proposte, inoltre è stata ribadita più volte la necessità di avere più luoghi per la cultura, la riapertura del teatro e la volontà di avere nuove funzioni per l’intrattenimento e l’aggregazione. Tra le più interessanti: una scuola di bici vicino alla scuola, inoltre un posto dove poter arrampicarsi e fare attività sportiva, nuove gelaterie sia in centro storico che vicino alla scuola, nuove fontane e nuovi giochi nei parchi.

Si ringrazia sentitamente la Dirigente Scolastica Raffaella Pellacani, le insegnanti e tutte le classi terze della Scuola Primaria Statale “Rino Gasparini”, e l’assessore Marika Menozzi del Comune di Concordia sulla Secchia.